Condividere anche il denaro…

…con zopa.it è possibile. Come scritto nel sito: In Zopa si coniugano lo spirito del web 2.0 con competenze e esperienze di lungo corso in ambito finanziario. Nella squadra di Zopa troverete serietà, affidabilità, grande passione e un pizzico di internazionalità. Una valida alternativa alle banche che permette agli utenti di richiedere prestiti a tassi più bassi o di ottenere ottimi rendimenti dai propri investimenti. Tutto questo è possibile grazie al team che lavora dietro Zopa e che controlla il profilo di credito dei richiedenti, li classifica, si occupa della ripartizione del credito tra più prestatori in modo da diminuirne i rischi connessi, gestisce il momento della firma del contratto e si incarica dell’avviamento delle pratiche da parte di una società di recupero credito qualora una rata non venga pagata. Zopa guadagna a sua volta chiedendo ai richiedenti una commissione sulla transazione (+ una piccola quota fissa) ed ai prestatori una commissione annuale di servizio.

Sicuramente gli inventori di Zopa hanno avuto un’idea brillante ma gli ostacoli dovuti alle diffidenze dei prestatori saranno difficili da superare anche perchè viene subito il dubbio che coloro che ricorrono a questo tipo di prestito lo facciano in quanto rifiutati dalle banche (sappiamo che Zopa analizza le disponibilità dei richiedenti quindi li classifica, ma allora perchè non fare da garante?). Altra preoccupazione sarà proprio questa, la mancanza di garanzia quindi la possibilità di attivare solo una società di recupero crediti. Con Zopa, viene inoltre meno la fisicità, che nelle transazioni di denaro è ancora molto sentita, ma questo problema è forse il più irrilevante. Certo è possibile che questa pratica si diffonda, magari tra le persone più disposte a rischiare per avere dei ritorni, ma sulla possibilità che questo sistema possa sostituirsi a quello bancario ho i miei dubbi: le persone che vi ricorrono vogliono garanzie, più o meno elevate questo dipenderà dalle alternative di prodotto. Forse una commistione tra i due sistemi sarebbe l’ideale. Cosa ne pensate? Voi affidereste i vostri soldi nelle mani di Zopa? 

Annunci

0 Responses to “Condividere anche il denaro…”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...





%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: