Non sempre il 2.0 è bene

Spesso sentiamo parlare di video presenti su You Tube che generano scalpore per i loro contenuti e in cima a questa lista si trovano i filmati prodotti da ragazzini che vogliono “bullarsi” coi coetanei.

Anche quest’ultima vicenda vede protagonisti sette giovani di varie città d’Italia, d’età compresa tra i 16 e i 23 anni che hanno doppiato il cardinale Ersilio Tonini, arcivescovo emerito di Ravenna, e realizzato sette video in cui il religioso bestemmiava, caricandoli poi su You Tube. I sette ragazzi, accusati di offesa a una confessione religiosa mediante vilipendio di un ministro del culto, secondo gli investigatori non si conoscevano tra di loro e avrebbero realizzato i video per un meccanismo di imitazione.

Fenomeni sempre più comuni questi, probabilmente dovuti all’ambiente in cui i ragazzi crescono, nel quale tutto sembra possibile e divertente da mostrare. Giovani che non riflettono sulle ripercussioni dei loro gesti e che trattano tutto come un gioco: dal compagno diversamente abile ripreso mentre viene sbeffeggiato dagli “amici”, al video girato mentre si percorre in macchina una strada ad alta velocità.

fonte www.ansa.it

Annunci

0 Responses to “Non sempre il 2.0 è bene”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...





%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: