Fare politica sul web, ecco un esempio

Quest’anno, più che mai prima d’ora, i politici si sono sentiti in dovere di utilizzare la rete per la promozione di se stessi e del loro partito. C’è chi ha aperto un sito, chi gestisce un blog o addirittura chi si promuove registrando video destinati a You Tube, come ha fatto Enrico Letta. Dato che sarebbe complicato per me guardare il comportamento di tutti gli schieramenti e di tutti i politici all’interno della rete, ho deciso di approfondirne, almeno per il momento, solo uno, il suo.

Tanto per cominciare ho trovato il suo video semplicemente digitando la parola You Tube su Google: era il secondo risultato propostomi dal motore di ricerca (ed è il motivo per cui ho deciso di parlare di lui piuttosto che di un altro…). Una volta entrata e guardato il video, intitolato Enrico Letta si candida alle primarie del Partito Democratico, sono potuta entrare nella pagina a lui dedicata su questo portale. Qui ho trovato informazioni non solo sulla sua storia lavorativa ma anche sulla sua persona, quindi notizie che solitamente sui tradizionali media un politico non riesce a comunicare, come i suoi hobby o i suoi cantanti preferiti, oltre naturalmente ad alcuni video che lo rigurdano. Interessanti sono poi le possibilità che You Tube offre agli utenti di dialogare con Letta commentandolo, inviandogli messaggi o e-mail o aggiungendolo come amico. Da questa pagina viene poi istintivo collegarsi al suo sito ufficiale inserito nella presentazione.

Il sito, che è in realtà un blog, ti da la possibilità di conoscere le idee e gli avvenimenti che vedono protagonista il politico, ma al contempo ti permette di commentare e inviare e-mail, invitare un amico o partecipare all’associazione 360: “Per osservare il mondo e per parlare all’Italia a 360 gradi. Per partecipare, dibattere, ascoltare senza mai perdere la visione d’insieme. Per promuovere l’interesse generale, piuttosto che i tanti piccoli interessi particolari.” Ma non finisce qui. In una colonna sulla destra in fondo alla pagina vedo infatti uno spazio intitolato Enrico nella rete da dove posso collegarmi alle sue pagine su Facebook, Flikr e il già citato You Tube.

Sul blog ci viene inoltre data la possibilità di sostenerlo scaricando e inserendo il suo banner sul nostro sito. In questa sezione Letta si fa chiamare semplicemente Enrico. Strano per come fino ad ora siamo stati abituati a vivere il rapporto coi  nostri rappresentanti. Forse anche il mondo della polica ha capito che non può più semplicemente dettare le regole dall’alto ma deve collaborare con un cittadino sempre più informato e pretenzioso

Questo esempio non vuole essere un elogio politico ma una semplice constatazione di come le possibilità date dalla rete possano e debbano essere sfruttate in tutti i settori e di come, se utilizzate correttamente, diventino un valido strumento di confronto. Anche la politica se ne è resa conto.  

Annunci

0 Responses to “Fare politica sul web, ecco un esempio”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...





%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: