Arriva in Italia Current tv!

Vi riporto questo articolo de La Stampa dove si parla dell’arrivo in Italia del canale Current tv. Una vera e propria tv 2.0.

Dovrebbe essere presentato il prossimo 8 maggio a Milano e a Roma (probabilmente in teleconferenza) dallo stesso Al Gore il debutto italiano del network “crossmediale”, come è già satato ribattezzato, Current Tv. Una televisione trasversale, creata dall’ex vicepresidente dell’amministrazione Clinton che dovrebbe portare sulla piattaforma di Sky (dove entrarebbe al canale 130 nel pacchetto base) contenuti raccolti da internet, documentari stringati, brevi, anche brevissimi, raccolti da una immensa tribù di videomaker più o meno giovani. Non giornalisti professionisti nè registi di fama ma autori di video amatoriali che si troveranno a essere testimoni di notizie e fenomeni del nostro tempo.

L’esperimento negli Stati Uniti, dove è nato nel 2005, ma anche in Inghilterra e in Irlanda ha già raccolto più di 50 milioni di affezionati. Ed ha già ha ricevuto riconoscimenti tra i quali l’Emmy Award 2007 come miglior canale televisivo interattivo. Il primo scoop risale all’uragano Katrina, dove l’unico video girato da terra fu quello di un soccorritore volontario di 23 anni, che riprese quel poco che restava di New Orleans dalla barca con cui caricava i sopravvissuti, e una volta tornato a casa, montò da sè il girato e lo inviò. Il video fece il giro del mondo e fece impallidire colossi dell’informazione come la Cnn, come le immagini girate da un giovane israeliano nella striscia di Gaza durante l’evacuazione, dove i giornlisti erano stati tenuti off limits ma i liberi cittadini no.

Current Tv è da un lato un canale internet, una tv on line, e dall’altro un palinsesto programmato sul satellite, a flusso continuo. La programmazione del network, nonostante la vocazione ambientalista dell’ex vicesidente degli Stati Uniti, non è incentrata tanto sul progetto di un pianeta sostenibile quanto sul target giovanile (18-35enni) e su i suoi interessi e ritmi: spazio dunque a servizi veloci, velocissimi, e a mininchieste e videodenunce su arte, spettacoli, moda, musica, attualità, denaro, relazioni, politica, e naturalmente ambiente.

L’Italia è il primo Paese non anglofono dove Current tv ha deciso di sbarcare. Saranno assunte 30 persone nella sede milanese e tutti i video che andranno in onda saranno remunerati con cifre piccole, rispetto all’estero, ma significative, dai 200 ai 1.000 euro. Non a caso i primi ad essere coinvolti nel progetto sono stati i blogger che da tempo scrivevano di Current, i videomaker in contatto con internet, i giovani registi in cerca di un’opportunità. A Milano e a Roma, la scorsa settimana, si sono tenuti due incontri in cui Davide Scalenghe, manager incaricato dell’approdo italiano del canale, ha illustrato la linea editoriale.

Aggiungerei che Al Gore il pomeriggio dell’8 Maggio, a Roma, incontrerà, dopo i giornalisti, anche i blogger italiani. Per meglio capire come funzionerà questo meeting e come parteciparvi, vi linko il blog di SKY TG 24.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...





%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: