Campagna pubblicitaria censurata in America: faceva riflettere troppo…

 

Testo a lato delle torri : “2.863 persone sono morte”

Testo a lato del ragazzo: 40 millloni infettati dall’HIV nel mondo.”

“Il mondo s’è unito contro il terrorismo. Dovrebbe unirsi anche contro l’AIDS  .

L’immagine sopra è solo una parte della campagna pubblicitaria che, in America, dopo essere stata mandata in onda da MTV una sola volta, è stata censurata. La rete televisiva ha allora pensato bene di divulgarla attraverso Internet. A me, per esempio, è appena arrivata via e-mail.

Sapere che una pubblicità come questa è stata annullata e che se non ci fosse stato Internet difficilmente questa notizia avrebbe girato il mondo, come viceversa sta facendo ora, mi fa sempre riflettere, come riflettere mi fa questa campagna.

I media ci rigirano le informazioni come vogliono. La loro agenda setting diventa anche la nostra. Grazie a mezzi come Internet è però alle volte possibile rendersi conto delle manipolazioni che avvengono ai “livelli alti”. Spesso capita comunque che ce ne dimentichiamo e tendiamo a dare troppa autorevolezza ai mezzi di comunicazione tradizionale che spesso, proprio perchè fortemente influenzatori del sociale, sono gestiti in maniera non del tutto trasparente.

Non so a voi ma a me queste cose fanno proprio arrabbiare. Percepisco la falsità che ci circonda. Dopo poco, devo dire la verità, torno a pensare ai piaceri e non della quotidianità, senza dare troppo peso a questi grandi problemi, purtroppo…

Questo mi accade anche rispetto a tutti i mali del mondo che la campagna di MTV ci presenta e obbliga a guardare. Proprio per questo ho piacere di partecipare anche io alla divulgazione di questa pubblicità e con lei del messaggio che manda.

Le morti provocate dall’attacco alle torri gemelle sono state innumerevoli ma tutti i giorni ci sono tantissime persone che muoiono per mancanza di medicine o di aiuti di altro genere da parte di noi paesi fortunati. Di loro nessuno parla.

Questo messaggio, per le autorità americane, era troppo forte da mandare ai loro cittadini.

Annunci

6 Responses to “Campagna pubblicitaria censurata in America: faceva riflettere troppo…”


  1. 1 cuccio giugno 25, 2008 alle 8:50 pm

    Maronna, sono 4 anni che gira sta mail bufala. Ma cavolo, ma se hai un blog, prima di pubblicare la fuffa che ti arriva via mail non cerchi di verificarla? Cioe’, vuoi il web pulito e sei il primo a sporcarlo? Mamma mia, sadness.

    Ah, pigia http://zipp.it/i/D52H3

    Questa e’ l’abc della rete, anzi, lo 0123

  2. 2 flavia85 giugno 25, 2008 alle 11:23 pm

    va bene… la campagna è vecchia ed è stato accertato essere una bufala, ma per il resto non mi sembra di fare un discorso sbagliato?!Ultima cosa: lo stesso sito mi era già stato segnalato da un altro utente che però non ha sborbottato come te (vuoi il web pulito e sei il primo a sporcarlo?). Si, è importante verificare, sono d’accordo ma va beh, la Rete è bella proprio perchè poi le cose vengono fuori… la prossima volta starò più attenta! Ps tu dici a me che dovrei venire da te per imparare l’abc della rete ma te dovresti probabilmente venire da me per imparare che il 2.0 è un posto dove è possibile confrontarsi, scambiarsi opinioni e informazioni (come in questo caso) e, proprio per questo, forse non è il caso di usare il tuo tono…

  3. 3 Carlo giugno 26, 2008 alle 12:22 am

    Mi spiace deluderti, ma è una BUFALA.
    Controlla sempre sul sito del giornalista “antibufala” Paolo Attivissimo: qui il suo articolo a riguardo

    http://attivissimo.blogspot.com/2008/05/antibufala-la-pubblicit-di-mtv-sull119.html

    Ciao.

  4. 4 Riccardo giugno 26, 2008 alle 8:37 am

    Anche se è una bufala, rimane comunque un fatto inconfutabile: bisognerebbe riflettere sul messaggio ed unirsi tutti per combattere anche e soprattutto questi problemi.
    Purtroppo gli interessi in gioco non sono, per chi dovrebbe coordinare una simile iniziativa, abbastanza grandi.

    ciao,
    Riccardo Salmo 69

  5. 5 cuccio giugno 26, 2008 alle 12:17 pm

    Mi spiace, hai una visione distorta di cosa sia il web 2.0 o piu’. Il tuo post, il tuo indicizzamento, l’essere presente su wikio oppure oknotizie con il tuo link farlocco e’ considerato spam, quindi perdita di tempo. E banda.
    Non volevo essere maleducato ne saccente, me ne dispiace. Ma trovare nel 2008 nella HP di Oknotizie una BUFALA vecchissima, mi fa veramente tremare i polsi.

    Bacio di conforto 🙂


  1. 1 Cambio: campagna virale mai censurata che fa comunque riflettere molto.. « stiamo cambiando… diventiamo sempre più 2.0 Trackback su giugno 26, 2008 alle 3:59 pm

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...





%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: